UN BAMBINO UCCISO NEL CENTRO DI BOLOGNA

bambino morto.jpg

ma la cosa diventa una notizia minore…

questo bambino non è morto di FREDDO… è stato ucciso dall’indifferenza e dall’inefficienza delle istituzioni.

I servizi sociali sono allo sbando in ogni città, a fronte di un aumento delle richieste di aiuto da parte delle persone cadute in difficoltà per questa devastante crisi economica, gli assistenti sociali sono poche e non hanno mezzi economici neanche per affrontare le emergenze estreme come questa.

Una delle cose più VIGLIACCHE che questa classe dirigente ha fatto è stata quella di ridurre al lumicino i fondi per le persone in difficoltà, avere abbandonato qualunque politica di edilizia popolare per lasciare campo libero ai palazzinari famelici, non si uccide solo con un arma si uccide anche così e questo bambino è stato ucciso.

Se avessero un minimo di dignità si dovrebbero dimettere tutte le istituzioni di governo della città e della regione.

Mi domando ancora una volta  dove sono i movimenti così detti pro-vita i cattolici della domenica….

quelli che chiedono sacrifici , agli altri….quelli della competività e delle regole del loro mercato di merda…sono semplicemente TUTTI  a farsi i CAZZI suoi…abbuffate e bunga bunga tour mentre DEVID BORGHI moriva a solo 20 giorni dalla nascita…

VERGOGNATEVI !

Ma vergogniamoci anche noi per non avere avuto ancora il CORAGGIO di cacciare questa cricca di potere criminale , nessuno escluso. Non facciamoci abbindolare da chi ci prospetta l’uscita dalla crisi con ricette capitalistiche il “cuoco” che ce la propone è quello che ci ha cucinato questo piatto fecale che è il sistema capitale.

PRECISAZIONE SULLA FOTO ;QUESTO BAMBINO E’ VITTIMA DELLA GUERRA , DEVID DELL’INDIFFERENZAE DELL’EGOISMO.

TUTTI E DUE SONO STATI UCCISI ! volutamente ho messo questa foto che sapevo già mi avrebbe esposto a critiche pesanti…

 

p.s.

per chi sentisse l’esigenza di fare pervenire la propria SANA rabbia alle istituzioni che qualcosa avrebbero dovuto e potuto fare per evitare questa tragedia.  queste sono le mail a cui rivolgersi ;

COMMISSARIO STRAORDINARIO

Piazza Maggiore, 6 – tel. segreteria 051 2193096 – 2194279 – 2193113 – fax 051 237291

E-mail: segreteriacommissario@comune.bologna.it

 

Sub Commissario Raffaele Ricciardi , CON DELEGA AI SERVIZI SOCIALI

Piazza Maggiore, 6 – tel. segreteria 051 2193695 – 2193652 – 2194287 – fax 051 2193008

E-mail:commissarioricciardi@comune.bologna.it

 

assessore REGIONALE

Teresa Marzocchi

Assessore Promozione delle politiche sociali e di integrazione per l’immigrazione, volontariato, associazionismo e terzo settore

 

 

Viale Aldo Moro, 21

40127 Bologna

 

Tel.  051 5277157 – 051 5277158 – 051 5277160 – 0515277156

Fax 051 5277051

 

E-mail:

politichesociali@regione.emilia-romagna.it

 

FONTE; http://bologna.repubblica.it/cronaca/2011/01/10/news/bologna_la_tragedia_di_piazza_maggiore_neonato_muore_di_freddo_e_di_stenti-11032694/?ref=HRER2-1

UN BAMBINO UCCISO NEL CENTRO DI BOLOGNAultima modifica: 2011-01-10T09:49:00+00:00da paolopapillo

12 pensieri su “UN BAMBINO UCCISO NEL CENTRO DI BOLOGNA

  1. … quando occorre il linguaggio “forte” della “Harvard Communication University” per fare restare impresso ai lettori il percepito di un dramma sociale che sta degenerando nell’indifferenza kafkiana e nell’espressione più becera e ipocrita della cultura occidentale del nostro tempo.

  2. è fuor di dubbio questo bambino non è stato ucciso dal freddo. La sua morte è in carico alle istituzioni tutte, ma non solo, colpevole è tutta la socetà che ha ormai assunto come portato naturale del evoluzione umana e quindi ne ha fatto un dogma l’attuale modello di sviluppo economico, se l’uomo non sarà capace prima ancora che di trovare un alternativa almeno di porsi il dubbio se questo è l’unico modo possibile, allora episodi come questo non potranno che moltiplicarsi

  3. IO NON HO PROPRIO PAROLE!LA FOTO DEL BAMBINO UCCISO DALLA GUERRA MI FA ORRORE,MA IL PENSIERO DI QUELLO UCCISO DALL’INDIFFERENZA ME NE FA ANCORA DI più. sono una madre e anche una nonna e mi vergogno di appARTENERE ALLA RAZZA UMANA!POSSO CAPIRE CHE SIAMO IMPEGNATI NELLE NOSTRE LOTTE GIORNALIERE,TRA LAVORO E IL CERCARE DI FAR QUADRARE I CONTI,MA UNO SGUARDO AL MONDO CHE CI CIRCONDA, DIAMOLO, PER DIO!NESSUNO SI è ACCORTO DI NIENTE? IO ON CI CREDO, NELLA MANIERA PIùASSOLUTA. QUALCUNOHA VISTO E SE N’è FREGATO! VRà PENSATO: IO CHE C’ENTRO? CI SONO LE ISTITUZIOPNI PER QUESTO, NON TI IMPICCIARE, FREGATENE… è COSì CHE SUCCEDONO LE TRAGEDIE, TRA L’INDIFFERENZA di tutti!beh,io non ci sto! mi rifiuto di appartenere a una razza che non vede un bambino che muore; cpome avete potuto fregarvene così? magari qualcuno di quelli che hanno visto,e se ne sono sbattuti,sta leggendo quello che scrivo: e se fosse tuo figlio? o un tuo nipotino?avresti fATTO QUALCOSA, LO SO. VERGOGNATI!se un giorno mi dovesse capitare di vederti in dfficoltà tirerò dritto e vaffanculo!che vi venga un colpo a tutti.

  4. Carissimo, raccontala tutta per piacere!
    ANSA. E’ morto probabilmente di freddo e stenti un bambino di venti giorni, figlio di una coppia di senza tetto ricoverato sei giorni fa all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Il bambino viveva in strada con un gemello ed una sorella di un anno e mezzo; con la madre, un’italiana di 35 anni, cercavano rifugio nella biblioteca del comune in piazza Nettuno.

    Qualsiasi donna in Italia può tranquillamente dare alla luce un figlio in completa assistenza medica e gratuita e in completo anonimato può affidare uno o più figli ad altre famiglie le quali si prestano ad adozioni perchè sono coppie sterili o perchè economicamente e moralmente si possono e vogliono dare amore e un futuro diverso a bambini ai quali la vita ha girato le spalle!
    Due genitori senza tetto moralmente hanno anche loro una grossa responsabilità anche dal punto di vista della sessualità- procreazione!
    Non potendo o non volendo evitare l’ennesima gravidanza, (io non sono per l’aborto nemmeno in questo caso con tutte le norme che tutelano il neonato) con molto dolore ma con la consapevolezza di un futuro migliore che potevano regalare ai loro figli, avrebbero dovuto rinunciarvi e darli in adozione o in affido!
    Io sono padre …. forse anche tu:
    credi sia stato amore?
    credi sia stato egoismo?
    credi sia stata ignoranza?
    Da genitore, anche a costo che mi si spezzi il cuore a metà, avrei dato in affido o in adozione i mie figli!

    P.S.
    Dal punto di vista politico e sociale 1.700.000 euro non ritirati per sola propaganda, potevano rendere giustizia a molta gente veramente bisognosa!
    Un Marchionne che guadagni quanto 6.400 operai non mi disgusta più di un comico che guadagna quanto 5.000 operai!

    Non confido in un’ennesima pubblicazione di quanto ho scritto (se ti tocco politicamente automaticamente censuri solitamente), ma almeno leggiti queste poche frasi, prima di cestinarle.

    Distinti saluti, Dario Arrigoni alias MANTOVANO D.O.C.!
    @
    che fosse una malata di mente non ti passa neanche per l’anticamera del cervello, pensare che in quella zucca vuota di spazio ne hai..
    p.s. TI CENSURO quando dici porcate abominevoli .

  5. Tu hai ragione, concordo pienamente con tutto lo squallore che c’è nella politica come nella società, ad ognuno le proprie responsabilità!
    …ma perchè non si parla anche del fatto che forse non era il caso di mettere al mondo un terzo figlio se già non hai dove far dormire gli altri due?!(in questo caso era uno dei gemelli, ma comunque ne avevano già una di un anno circa)
    Perchè non parliamo anche del fatto che a volte non è il resto del mondo che ti deve aiutare, ma sei tu in primis a dover contare su te stesso?!
    Perchè non parliamo dell’ignoranza/egoismo (non so quale sia peggio) che pervadono gli esseri umani, i quali portano spesso a prendere tante situazioni con leggerezza, senza pensare troppo alle conseguenze?!
    E’ facile additare terzi per colpe che probabilmente, a volte, sono personali… ad ognuno le proprie responsabilità!
    L’avreste messo al mondo un figlio in una situazione simile? Beh, io no!

    @
    ma che probabilmente siamo in presenza di persone con disagio psichico non vi passa per la testa…
    esiste una procedura che si chiama TSO

  6. Quando un bambino di 20 giorni muore come è morto questo bimbo una cosa è certa.NON é COLPA SUA. I genitori hanno la loro responsabilità ma non viviamo forse in una società che dovrebbe aiutare i più deboli? Paghiamo tasse salatissime anche per questo!
    E ricordiamoci che in queste storie siamo tutti coinvolti,siamo tutti responsabili,perchè non bisogna lasciare che sia….bisogna combattere per quello che non và bene,come fanno i nostri studenti nelle piazze.
    A meno che le cose non vi vadano bene così,tanto voi state bene,avete da mangiare,una casa calda e un pò di soldi per il superfluo e magari potete anche giudicare sprezzantemente la gente che mette al mondo figli senza avere i mezzi per sostentarli.Giudicate voi che siete bravi,condannate ed assolvetevi.IO NON MI ASSOLVO.

  7. ok… certo potevano darlo in affido… ma noi cittadini? vediamo un bambino al freddo…. e perché ci sta la madre, pazza o irresponsabile o anche criminale…. noi non facciamo niente? chiamare qualcuno? noooo???
    Hai capito il senso? di quello che c’era scritto sopra? Il bambino è morto nell’indifferenza e anche noi dovremmo vergognarci… giusto?
    Lo Stato Sociale non puoi negare che sia assente, perché a volte… anche con la sola presenza… queste cose abominevoli non succedono… anche quando la madre è la prima responsabile.
    Ma vabbè… tanto è inutile… tu sei padre, io no. Ma da mio padre mi aspetterei un aiuto per quel bambino, anche se la madre è la prima responsabile. Tu avresti fatto qualcosa?

  8. Ma so cheho dentro il cuore rabbia non solo per quei schifosi di potenti ma di piu nei miei confropnti perche non riesco ancora a trovare i soldi per comperarmi uma bella 9×21 e iniziare a sparare per primo a quel nano bastardo e atutta la sua cricc che artatamente cambiano lea nostra quotidianita di merda in oro colato. Che qualcuno li maledica a loro e le loro progenie

  9. Dare la colpa ai genitori è la cosa più facile che si possa fare, ma anche la più sbagliata e la più retorica e la più superficiale, infatti sono tantissime le considerazioni che si possono e si devono fare.
    Piuttosto che l’indifferenza della gente, ciò che mi colpisce in realtà è l’ipocrisia dei media.
    Quando in tv vedo ogni giorno le pubblicità di varie onlus che si propongono di aiutare i Paesi del terzo mondo, mi chiedo se in realtà, dati i numeri dei morti per il freddo nei Paesi occidentali, il terzo mondo non sia l’Europa.
    Detto questo mi convolge anche la frase della Cancellieri che ha parlato di un a povertà morale, ma io mi chiedo da quando il fatto di essere poveri è una cosa ineccepibile da un punto di vista morale.
    Inoltre mi chiedo anche quando prende di stipendio la Cancellieri, insomma se i dirigenti si diminuissero lo stipendio per potere investire denaro in case popolari non avverrebbero probabilmente queste morti.
    Bisogna anche dire però che dare in affidamento i propri figli è una scelta potenzialmente pericolosa, infatti spesso i servizi sociali non valutano le condizioni della famiglia affidataria.
    Inoltre bisogna anche valutare le graduatorie degli alloggi del comune di bologna e bisogna anche vedere quanti sono gli italiani in graduatoria, a mio avviso si dovrebbe dare precedenza agli italiani, infatti è sbagliato che vive in italia da 40 anni viene scavalcato da chi è in italia da pochi mesi e magari vi è giunto clandestinamente.
    Inoltre mi chiedo perchè quando muore un militare se ne parla per giorni in televisone, mentre quando muore un senzatetto talvolta non se ne dà neanche la notizia.
    Bisogna anche chiedersi perchè il servizio non era fra i primi nelle scaletta dei tg.
    Infine se i genitori avevano problemi psicologici, qualcuno di competenza avrebbe dovuto aiutarli, insomma mica siamo nel terzo reich dove chi aveva problemi psicologici veniva messo nei lager.
    Mi chiedo ma non siamo tutti uguali?

Lascia un Commento