NE HANNO UCCISO UN ALTRO

napolitano, bersani, berlusconi, monti , crisi, impiccato

AVEVA solo 51 anni perdendo il lavoro si è visto perso è non ha più retto…

Lo ha ritrovato sua madre poco fà…….

si era impiccato da sabato nella sua cantina di uno stabile in Viale Ungheria 40 Milano

MONTI, BERSANI, ALFANO , CASINI state uccidendo gli italiani ANDATEVENE prima che sia troppo tardi per tutti

Si un altro ucciso da una classe dirigente corrotta ed incapace,un altra persona abbandonata dalle istituzioni nella sua solitudine nella disperazione.

Questi sono omicidi e le responsabiltà morali ci sono e si sanno chi sono coloro che queste responsabilità hanno..

Si inizia dalle autorità locali che non riconsegnano la fascia tricolore ai prefetti pur sapendo che il welfare sta crollando definitivamente e ormai amministrano di fatto quella che e’ un agonia dei servizi sociali, proiettano tutto il loro impegno e quelle poche finanze rimaste nella cementificazione che arrichisce i soliti noti, vedi expo e tav..

Responsabilità morale delle piu’ alte istituzioni che continuano a togliere a chi ha di meno e dare a banche , finanza ed imprenditoria predona.

Responsabilità è dei partiti che appoggiano il governo intenti solo ad attuare meccanismi per perpetrare il loro potere fine a se stesso alla loro casta mefitica.

La responsabilità di uan casta sindacale che bada più ai giochi di palazzo ai pranzi luculliani che alle esigenze degli ultimi.

SIETE TUTTI ASSASSINI !

fonte ;repubblica.it



NE HANNO UCCISO UN ALTROultima modifica: 2012-04-04T14:03:00+00:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “NE HANNO UCCISO UN ALTRO

  1. E CHI SE NE FREGA!
    PER IL GENERALE LE PERDITE SONO INEVITABILI IN GUERRA!
    NON GRADIVI IL BUNGA BUNGA VERO PAPILLO? ORA CI SIAMO FINITI TUTTI NEL BUNGA BUNGA, MA IN QUELLO DEI BANCHIERI ….. CHE NON FANNO I PAGLIACCI DI PROFESSIONE MA GLI “STUPRATORI”!
    A PARTE,
    IL REGALO FATTO ALLE BANCHE DI NOSTRI SOLDI (CREDO CHE LA BCE NON POSSA STAMPARE MONETA) O NOSTRO ULTERIORE DEBITO ALL’1% PER TRE ANNI;
    A PARTE ,
    L’ESCLUSIONE DALL’I.M.U. DELLE FONDAZIONI BANCARIE;
    A PARTE,
    L’INTRODUZIONE DELL’I.M.U. CHE NEL MIGLIORE DEI CASI RADDOPPIA L’EX I.C.I. ;
    A PARTE,
    IL COLPIRE L’ANZIANO CON I.M.U. DI SECONDA CASA PERCHE’ HA CAMBIATO LA RESISENZA ALL’OSPIZIO;
    A PARTE,
    LO SVUOTAMENTO DELLE TESORERIE COMUNALI DEI COMUNI OVVIAMENTE VIRTOSI E QUI AL NORD;
    A PARTE,
    GLI AUMENTI DEI CARBURANTI E DELLE FORNITURE DI ELETTRICITA’ E GAS METANO;
    A PARTE,
    GLI AUMENTI I.V.A. ANCHE SUI GENERI DI LARGO CONSUMO;
    A PARTE GLI ESODATI…………..
    COSA DOVREBBE FARE ANCORA PER FARTELO SENTIRE NEL
    RETROBOTTEGA E SMETTERE DI CONTRASTARLO CON POST INUTILI CHE HANNO SOLO L’EFFETTO DEL VALIUM?

    LA RABBIA NON VA DILUITA, VA ACCUMULATA!

  2. Quando arriveranno le scadenze dell’IMU e, soprattutto,quando inizieranno a farsi sentire gli effetti della riforma delle pensioni, vedrai quanti impiccati ci saranno.Solo dei geni del male potevano partorire riforme come queste! C’era bisogno di scomodare tutta questa scienza?

Lascia un commento