SONO DEI CRIMINALI

SONO DEI CRIMINALI!

In nostri attuali governanti sono dei CRIMINALI in tema di diritti sociali stanno riportando questo paese all’800

 

Non si possono definire in altro modo che CRIMINALI

A fronte di centinaia di migliaia di persone che perdono i posti di lavoro e dall’oggi al domani si ritrovano senza un euro,il governo risponde dando altri soldi alla Marcegaglia.

A fronte di chi perde la casa perché non regge più mi costi del mutuo o perché mancando un reddito non può pagare più l’affitto il governo risponde dando la possibilità a chi sta meglio di costruire senza permesso il 30% in più del proprio appartamento…

Al dramma dei morti sul lavoro questo governo risponde; attenuando le sanzioni per quelle imprese  che non rispettando le normative sulla sicurezza provocano i morti sul lavoro.

E SMETTIAMOLE DI CHIAMARLE MORTI  BIANCHE,MORIRE BRUCIATI ,STRITOLATI DA UN MACCHINARIO,PRECIPITARE DA UN PONTEGGIO NON E’ UNA MORTE BIANCA E’ SANGUE E CARNE E OSSA SPIACCICATE ,TANTO CHE SPESSO QUESTI MORTI NON VENGONO NEANCHE FATTI VEDERE PER L’ULTIMA VOLTA AI PROPRI CARI.Gli imprenditori che determinano tutto questo perché vogliono risparmiare ,rispettare le leggi sulla sicurezza ovviamente è un costo per le imprese,SONO DEI CRIMINALI ASSASSINI senza se e senza ma.A chi fa obiezioni a questa considerazione auguro dal più profondo del cuore che il prossimo morto sul lavoro sia la persona più cara che ha…

SONO DEI CRIMINALI E CRIMINALE E’ CHI LI VOTA CHI L’APPOGGIA.

NESSUN DIALOGO E’ POSSIBILE CON QUESTA GENTE!

SENZA SE SENZA MA!

 

 OGNUNO PER QUELLO CHE PUO’ ED IN BASE ALLE SUE CAPACITA’ HA IL DOVERE MORALE DI RIBELLARSI A QUESTI BANDITI,CHI NON LO FA NE E’ COMPLICE O E’ UN VIGLIACCO.

SONO DEI CRIMINALIultima modifica: 2009-03-21T08:41:06+01:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “SONO DEI CRIMINALI

  1. Gentile signor Papillo.E’ da parecchi anni che non ascolto più ZAPPING,da quando ho capito di che stoffa fosse il signor Forbice:vergognosamente di parte,ineducato e supponente.Lei ha la mia solidarietà e non si preoccupi più di tanto:l’intimidazione viene usata da coloro che non hanno nulla da dire e no è che la difesa di uomini piccoli piccoli.

  2. complimenti signor papillo, o meglio.. bravo paolo!!
    sono sicuro che non ti arrabbierai se ti do del tu per farti capire che hai il mio pieno appoggio, che è la forza per chi come te si ribella a tutto questo…
    mi si viene ripetuto ogni giorno che la base della democrazia è accettare il volere della maggioranza, cioè che berlusconi è la sua banda siano al potere.. ma io come te e come tanti aspetto la minima scintilla per ribaltare tutto questo..
    siamo in pochi ma incazzati!
    ancora auguri per questo tuo blog di informazione!
    uniamo le forze!

  3. Bene,dall’ultima puntata di anno zero, abbiamo compreso come il governo non abbia nessuna intenzione di assistere le piccole e medie imprese che stanno affondando.
    Inutili tutti i dibattiti sul credito,le chiacchiere stanno a zero, ne beneficieranno solo tutti coloro che hanno delle grosse forme di garanzia,come del resto è sempre stato.
    Ti serve una melanzana?
    Il fruttarolo ti chiederà quante melanzane avrai da dargli di garanzia.
    Ma se avessi 100 melanzane pensi che verrei a chiedertene una???( tu mi turbi)
    Semplice, tutto il circuito è stato costruito a regola d’arte,chi possiede utilizzerà questa crisi atipica per investire e ottenere più ricchezza e potere,chi non possiede niente continuerà a non avere nulla e la verrà tolto anche il necessario.
    E’ l’ora di invertire le regole,di sabotare il circuito.
    Partiamo dalle centrali nucleari,un referendum completamente ignorato ha autorizzato il governo a prendere delle decisioni sulla base del nulla.
    Questo ,legittimerà il governo a non sentirsi vincolato ,qualora i cittadini fossero contrari a determinate decisioni da lui prese e si esprimessero in modo non favorevole per mezzo di altri referendum.
    Ogni qualvolta si mette a repentaglio la libertà di scelta e di espressione dovremmo far sentire la nostra voce.

Lascia un commento