Il virus si diffonde

Ciao Paolo, scusa se mi permetto di darti del tu anche se non ti conosco, ma la pensiamo allo stesso modo.

Ti scrivo perchè nelle scorse settimane anch’io mi sono reso protagonista di un intervento radiofonico “scomodo”. A fine maggio, dopo l’ennesima conduzione berlusconiana della trasmissione PARLA CON L’ELEFANTE di Giuliano Ferrara su Radio24, non ce l’ho fatta più ed ho telefonato in redazione chiedendo di intervenire in diretta.
Ovviamente avrei voluto dire molto di più, ma come ho nominato Travaglio e Beppe Grillo mi è stata tolta la linea. E ti dirò di più…giusto ieri mi trovavo ancora all’ascolto della trasmissione di Ferrara, si parlava dell’ultimo e attuale scandalo emerso dall’inchiesta di Bari, ed ovviamente Ferrara era lì tutto preso a sminuire la vicenda e come sempre attento a non dire ciò che invece andrebbe detto. E cosa ho fatto? colto da improvvisa ed irrefrenabile orticaria ho ripreso in mano il cellulare ed ho chiamato ancora la trasmissione. Credevo non mi rispondessero (sò che le redazioni memorizzano i numeri telefonici dei radioascoltatori “scomodi” in modo da filtrarli le prossime volte) ed infatti, nonostante la linea fosse libera non mi rispondeva nessuno, ma io ho provato molte volte finchè non li ho costretti a rispondermi. Mi hanno chiesto nome ed età (come se già non li sapessero) da dove chiamavo ed il motivo della chiamata. Ho risposto che volevo intervenire in diretta per far presente che tutte le tv e giornali internazionali stanno seguendo il caso di Bari senza censure e che così avrebbe dovuto fare anche il TG1 telegiornale di stato finanziato con i soldi di noi tutti. Mi hanno richiesto il numero telefonico sul quale richiamarmi per intervenire e la telefonata si è chiusa lì. Ho aspettato per tutta la trasmissione che mi richiamassero per farmi intervenire in diretta ed ovviamente ciò non è avvenuto.
La morale di tutto ciò e che bisognerebbe cambiare scheda telefonica per ogni telefonata!
Ho letto dei tuoi consigli per coloro che vorranno intervenire alle radio, sarebbe bello poter creare un database di tutti gli interventi radiofonici “scomodi”?

Ciao e ancora grazie per il tuo intervento.

Alessio


ISTRUZIONI  D’USO:

quando chiamate per intervenire in trasmissione fingetevi berlusconiani, o se proprio non ce la fate elettori del PD scontenti. Non dichiaratevi fans di Travaglio-Grillo-DiPietro e compagnia altrimenti non vi faranno MAI entrare in diretta. Una volta che siete live sparate ad alzo zero! Sono loro che devono aver timore di NOI!

Il virus si diffondeultima modifica: 2009-06-26T16:47:00+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Il virus si diffonde

  1. io credo che il tuo intervento non sia stato incisivo.
    a mio modesto parere, hai perso una buona opportunità per esprimere i tuoi argomenti (come Ferrara ti ha invitato a fare) e hai preferito accusarlo di faziosità. Da ascoltatore super partes (quale sono) sei apparso semplicemente “antiberlusconiano” (che ormai è una aggettivo vacuo, effimero e privo di contenuto come “berlusconiano”)

  2. La strategia di Papillo è quella giusta, mai aggredirli di petto con argomenti anti berlusconiani (dimenticate i comicazzi anche quelli di rai 3, involontariamente hanno fatto pubblicità a Berlusconi con le loro satire), loro sono preparati, non dimenticate che Mediaset e tutti i loro asserviti sparsi nelle varie reti televisive e radiofoniche sono un comitato elettorale (senti le dichiarazioni di Mentana (ne fece parte) e Facci) e agiscono con le menzogne, si può dire che esiste una scuola Berlusconiana della disinformazione che farebbe invidia ad una nazione dittatoriale come la Cina, Ferrara ne fa parte ed è uno dei più abili, esordire sempre ringraziando il conduttore e accomiatarsi sempre ringraziando dopo averle sparate portando sempre i fatti e senza livore ansiogeno, comunque stima e tanto di cappello ad Alessio.

  3. sei stato bravo
    però questo è ancora nulla
    se questi servi parlano della questione sminuendola invece di censurarla completamente significa che hanno paura dell’opinione pubblica
    quindi fare questi interventi può svegliare qualche cervello “fottuto”

Lascia un commento