QUELLI CHE IN FERIE NON CI VANNO…

 

La piccola impresa muore sola ed in silenzio…..

 

La piccola impresa, l’impresa a conduzione familiare, tante volte evocata, portata ad esempio come vitale per il nostro sistema paese dalla nostra classe politica, è in coma…

Come per i lavoratori dipendenti e per i precari, anche per piccoli artigiani e commercianti il silenzio del governo è assordante, abbandonati al loro destino senza voce e senza nessuno che si interessi a loro. Migliaia di piccole imprese e negozi chiudono strangolati dalla crisi ma, soprattutto, dalle banche.

Banche che come nell’ultimo decreto anti-crisi, la loro crisi non la nostra, continuano a ricevere aiuti unitamente alla grossa imprenditoria, questo è il prezzo del silenzio che Berlusconi paga per non ritrovarsi i poteri forti contro, che in quanto tali facendo leva sulle “porcate” di questo governo avrebbero gioco facile a spazzarlo via. Per noi oltre al danno anche la beffa ; con i soldi nostri Berlusconi paga la sua permanenza a palazzo Chigi , i soldi delle tasse dei lavoratori ,degli artigiani pagati col duro lavoro e con il sudore della fronte vanno a grassatori ,banchieri e “marcegagli” vari…in poche parole il lavoratore paga con parte del suo stipendio il padrone, follia!

Ma inspiegabile è il silenzio di un intero popolo, fatta salva qualche rara eccezione ,nessuno ha URLATO , si signori del PD: urlare.., che nelle misure anticrisi non un solo un € va a lavoratori ,famiglie in difficoltà e piccole e medie imprese…..

E quelli della Lega che fanno per i lavoratori del nord? ;

vogliono vagoni della metrò separati per indigeni e stranieri…

ronde di quattro avvinazzati per contrastare il “crimine” dilagante..…

insegnanti che conoscano l’inglese il tedesco o il russo …no non sia mai, devono conoscere il bergamasco…imbecilli.

Signori artigiani del nord; all’ufficio delle imposte quando vi ci recherete per pagare le tasse portate queste illuminanti proposte della lega , vediamo che vi dicono….

Non dimenticatevi che la Lega è al governo non all’opposizione , mi sa che neanche tutti ve ne siete accorti…

Meglio, di mille mie parole, sarà il racconto di Riccardo artigiano di Milano che vi spiega come se la passa un piccolo imprenditore…

 

questo è il suo blog ; http://riccardoc.blogspot.com/

 

Non lasciamolo solo !!

QUELLI CHE IN FERIE NON CI VANNO…ultima modifica: 2009-07-31T12:54:00+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “QUELLI CHE IN FERIE NON CI VANNO…

  1. qualcosa non va sul blog di Beppe .

    avvisalo per favore , e tirasse le orecchie allo staff che ogni volta viene l’estate si assentano …e i troll con gli hacker fanno da padrone …

    apposta ci sono i “FINTI ALLONTANATORI” …che fingono di andarsene !!

    comunque so da E:D che hanno seri problemi di controllo su questi maledetti che si infiltrano nel sito .

    stai attento pure tu ! sei uno di quelli che prendono di mira!
    c’è un sottocommento su un tuo post molto intressante …
    un certo “patriota” ti biasima !!!!!

    hst grande Papillo

  2. avrai notato che come ti ho scritto l’altro commento sia sparito il “patriota” menzionato …

    sto pensando di creare una rete di blog -socialisti antiregime berlusconiano…

    spero di riuscire ad avere un mio blog prossimente …

    UNITI SI VINCE …SIEMPRE !!!

    AVVISA DI NUOVO BEPPE CHE IL SUO BLOG E0 STATO ATTACCATO CONTRO E..D …DAI SOLITI HACKER DELLA MINKIA …

    STAI ANCHE ATTENTO AD INFILTRAZIONI DI TROLL DAL BLOG DI BEPPE HO DELLE NOTIZIE SEMIVERE…
    MA DA CONSIDERARE ..DI NICK CHE SEMBRANO INNOCUI MA INVECE NASCONDONO ALTRI DIETRO ..

    vai sul blog di Luca Popper ..c’è un mio post anche là

    hasta grande

  3. Caro Paolo, leggo con immenso piacere le tue informazioni, mi sento meno sola, meno extraterrestre, fuori dal blog son tutti imbambolati dal pappy, ma com’è possibile? le opposizioni non esistono, lui continua imperterrito la sua scalata, in Parlamento sono 690 a mandare l’Italia allo sfacelo, ma xchè devono stare lì fino a 90 anni? mi rendo conto che il mio è solo uno sfogo, con o senza berluska, la storia è sempre la stessa, soldi e potere è l’unico obbiettivo.

Lascia un commento