PAPILLO ROMPE….la censura..

 

Persistere , perseverare non dare tregua….ai politici, all’informazione di regime.

Dobbiamo fargli capire che basta siamo arrivati al limite della sopportazione…ma più gente avrà raggiunto questo “limite” meno durerà la loro permanenza nella stanza dei bottoni…Tanti frequentatori della rete concorderanno che la misura è colma specialmente se parliamo di media…ma a parte poche persone pochi tramutano questa intolleranza in azione concreta. Brevemente la storia; “la zanzara” è la trasmissione di punta di radio24, un emittente nazionale molto seguita, tra le particolarità della trasmissione vi è quella di fare intervenire in diretta telefonica gli ascoltatori…quindi sembrerebbe tutto bene perfetto un libero spazio di espressione…ma cari lettori non è così…

Certo puoi anche intervenire dissentendo dal pensiero imperante attuale, anche attaccare le politiche del governo…l’importante è farlo con la forma veltroniana del “ma-anchismo” insomma in puro stile piddino , opponiti in maniera soft non sia mai sveglia la bestia di regime e poi sai che paura…

Il sottoscritto invece non intende piegarsi all’andazzo corrente e fa interventi assolutamente provocatori ed irriverenti, senza mai travalicare nel turpiloquio o in situazioni da codice penale, questo non è andato giù alla redazione e al conduttore-titolare de “la zanzara” che pone in atto nei  miei confronti una ferrea censura ,che comunque con vari stratagemmi ogni tanto riesco a bypassare…

Questa vicenda sono anni che la vado postando in rete creando a volte anche polemica come è successo in questi ultimi giorni, quando ho incominciato ad “attaccare” Luca Telese , sostituto estivo del censore-maestro Cruciani, i video e i post parlano chiaro….ebbene che succede; ieri sera Telese mi fa andare in diretta radio nella trasmissione…qualcuno penserà allora il futuro collega di Travaglio a “Il Fatto” non è un giornalista uniformato al circo dell’informazione di regime…ma purtroppo io sono un mal fidente e credo che modestamente lo spazio me lo sono conquistato con il martellamento messo in atto nei blog e su you tube , con decine di commenti inviati agli interessati…

Morale della favola; non stiamo zitti replichiamo alle bugie e alle omissioni che l’informazione istituzionale ci propina ogni giorno…non pensiamo che nulla possiamo verso queste caste putrefatte , a Beppe Grillo i,Piero Ricca, Travaglio ,Martinelli e tanti altri dobbiamo ispirarci per bucare il muro del silenzio costruito dalla commistione del potere mafioso-piduista ,potere del quale i media ,quasi sempre, si fanno eco….

Mai mollare…io mollerò un minuto dopo che loro se ne saranno andati.

 

 

PAPILLO ROMPE….la censura..ultima modifica: 2009-08-22T17:32:17+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “PAPILLO ROMPE….la censura..

  1. Beh, sei veramente un grande, complimenti: magari ce ne fossero di più come te!
    Attaccare questa gentaccia a testa alta, con parole e fatti, senza usare gli insulti(che di solito fanno loro, ma fa niente: come dimenticare gli obrobri detti da Sgarbi a Travaglio un anno e passa fa?), ma essere martellante, mai mollare.

  2. avanti cosi non mollare io mi sono appena avvicinato al mondo della rete e mi aiutato a prendere coscienza e conscienza di quello che questa classe politica rappresenta e di come si comporta.
    Ho eliminato dal mio lessico la famosa frase che tanti usano “e io cosa ci posso fare?”
    Quacosa si può fare basta svegliatevi!!!!!!

  3. collusione mafiose sono in atto nella costruzione de’expo a milano circa il cinquanta x cento da recenti indagini risulatano l’ingente somma messa da queste attività criminali che il comune di milano o chi addetto alla costruzione di tale evento non può rinunciare .stà cadendo a pezzi l’autostrada 29 messina .palermo costruita senza controlli da azziende mafiose con il benestare di tutti gli amministratori locali .di fatto i soldi pubblici si stanno dando ai mafiosi che poi danno mazzette. i cavalcavia stanno cedendo ai piedi delle arcate ,scretolandosi , il cemento è solo acqua, l’armatura in ferro rimane libera e si muove con le mani .quanti soldi ancora dovremmo mettere per portare tutto in .sicurezza? ,e a chi sarà affidato il lavoro ai soliti mafiosi? il presidente del consiglio intende lottare così la mafia e varie organizzazioni criminali?.si parla bene e si razzola male .questo è il motivo perchè ci vogliono tappare la bocca per nascondere la verità cioè gli intrallazi istituzioni e mala’affare o forse no? ?

Lascia un commento