LA BESTIA FERITA…

E ADESSO ?

 

È adesso che bisogna tenere gli occhi ben aperti…dopo la bocciatura del “ lodo alfano” la bestia ferita ha perso qualunque remora…carica a testa bassa tutto e tutti è allo sbando ma molto pericolosa…se non ci sarà qualcuno… se non ci saranno delle azioni messe in atto per fermarla e renderla inoffensiva,  farà parecchi danni.

Essendo un capobranco sarà seguita e protetta dai suoi pari, starà nell’abilità dei cacciatori renderla innocua prima che sia troppo tardi. Ma purtroppo il coraggio e le capacità dei cacciatori sono prerogativa di pochi..mentre i molti , come un tal Pierluigi Bersani affermano «Mi pare – ha detto l’esponente del Pd – che la decisione metta un punto fermo e dica che senza una legge costituzionale la “bestia” e gli altri capi-branco sono animali come tutti gli altri e sono tenuti a sottoporsi a giudizio. La “bestia” continui a fare il suo mestiere sapendo che deve andare a sentenza».Questo pavido cacciatore con il fucile scarico in pratica dice che la “bestia” feroce continui a fare pure sfraceli ,che danneggi pure il paese lui ed i suoi compagni aspetteranno…che cosa e che con risultati lo possiamo bene immaginare…

Allora che fare?; tocca noi imparare a combattere in ogni istante della nostra giornata, in ogni occasione..siamo pochi e armati solo della ragione e della buona volontà ,ma queste armi “bellissime” nulla servono se non usate con costanza e continuità, è il momento di dimostrare che il coraggio dell’onestà intellettuale fa parte del nostro dna, che la nostra dignità non ha prezzo e non è narcotizzata dal pensiero unico imposto dalla casta piduista tramite il megafono-fascista dei suoi mezzi di comunicazione. ALZIAMOCI E  UNIAMOCI A CHI SENZA PAURA E CON DIGNITA’ GRIDA ; RESISTENZA RESISTENZA RESISTENZA

 

LA BESTIA FERITA…ultima modifica: 2009-10-10T11:18:00+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “LA BESTIA FERITA…

  1. CRONACA DEL PRESIDIO
    del PCL SOTTO PALAZZO CHIGI.

    (10 Ottobre 2009)

    IL 9 ottobre, come annunciato, il PCL di Roma ha tenuto il presidio davanti a Palazzo Chigi. Si è trattato di una presenza limitata- dati i tempi ristrettissimi del suo allestimento- ma molto combattiva e determinata. La Questura ci aveva negato il permesso , ma la nostra sezione ha deciso ugualmente di rispettare l’impegno e di presentarsi alle 17 davanti al palazzo del governo. Un ufficiale di polizia accompagnato da una decina di agenti si è precipitato verso i nostri compagni per dissuaderli dall’iniziativa “non concordata”. Aggiungendo che “data la situazione, il lodo Alfano… c’è molto nervosismo negli ambienti di governo”, e che di conseguenza “ era meglio per tutti” evitare problemi. Abbiamo gentilmente declinato l’invito. Ci hanno proposto allora come subordinata lo spostamento in altra sede dell’iniziativa, “data la delicatezza istituzionale di Palazzo Chigi”. Abbiamo risposto che in tutta Europa si tengono manifestazioni sotto i palazzi dei governi e che non eravamo disposti a spostarci. A questo punto, dopo diverse consultazioni con Questura e Uffici ministeriali, la polizia “accettava” la nostra scelta, pur ponendoci limiti di tempo e raccomandandoci di evitare “toni eccessivi”. Sia il nostro breve comizio che gli slogan del presidio non hanno rispettato la.. “raccomandazione”: per cui dopo pochi minuti gli agenti hanno prima cercato (invano) di fermare il breve comizio “per l’eccessivo rumore” che poteva “recare disturbo al Consiglio dei ministri in pieno svolgimento”; successivamente hanno “sequestrato” il nostro megafono ( poi restituito), costringendoci a ritmare gli slogan a nuda voce. Ma nonostante “il disturbo” arrecatoci, la nostra iniziativa è proseguita sino alle 18, come previsto.

    Nel suo piccolo questa esperienza racchiude una lezione: non è sempre “inevitabile” dire di sì allo Stato. Ma questo è un altro discorso…

    PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

    Ripeto…..chi vuole intendere intenda
    Ps. Paolo se non ti fa tanto schifo….vedi un pò il programma
    di questi compagni……non pensi che meritano un pò
    d’attenzione, ti lamenti sempre che siamo in pochi ad andare
    a caccia. A me è venuto un dubbio: che qualcuno vuole
    scegliere la squadra dei cacciatori senza nessuna competenza o potere in merito.Ciò è sempre stato l’attegiamento della borghesia in ogni o quasi, rivoluzione.
    Saluti Comunisti e HASTA SIEMPRE

  2. una volta tutto il partito comunista ,lottava per i diritti di tutti i lavoratori,dopo Berlinguer si sono sbranati come lupi per avere la preda,e non si sono accorti che la preda l’ha presa un’altro,dovevano ,difendere la preda e custodirla,invece l’anno data in pasto al lupo. Chi difenderà la preda dal lupo? i cacciatori hanno deposto i fucili. non tutti ,spero che quelli rimasti siano molto agguerriti, non è facile togliergliela di bocca .Si può fare ,ci vuole molta determinaziune come quelli del PCL ,in quanti saremo pronti?. Questi signori che governano ,hanno permesso la fuga di capitali a flusso continuo permettendo di impoverire il paese , senza azionare un efficace controllo .Oggi come si può credere che da ora in avanti saranno accorti?, non sono credibili . hanno tolto tutti gli organi di controllo anche (passaggio lira euro )e i disonesti si sono approfittati alle nostre spalle e delle nostre tasche,ora gli scellerati ,ammettono che forse hanno commesso l’errore,ma intanto paghiamo noi , ci avevano inventato la balla che non potevano entrare in merito a prezzi di mercato ,quando sapevamo che non èra quello l’argomento. SONO dei falsi , adesso in una situazione come questa , di fragilità istituzionale, si potrebbero inventare qualsiasi cosa( G8 GENOVA 2001 SCUOLA DIAZ come TENTARE di fare un GOLP e passarla liscia) IMPERATIVO ,NON MOLLARE E VIGILARE COME SENTINELLE . IL paese italia è del popolo sovrano che ne conserva il possesso. Questo governo è un cattivo amministratore e per questo deve essere mandato a casa , se avesse un minimo di dignità dovrebbe DIMETTERSI

  3. Ciao Paolo, ho gradito molto la tua risposta, come ho gradito che, anche Pino Ortoglio nel suo commento faccia capire che
    non è dispiaciuto, non tanto per l’iniziativa, ma per l’esistenza
    del PCL. Io sono solo un CANE LIBERO che a piccoli passi e con
    qualche coppia e incolla, vuole far sapere che ci sono dei
    compagni onesti che non si sono piegati a nessun compromesso,
    mai! e lo dimostra la nostra storia che purtroppo è ricca di
    morti ammazzati….vedi Trotsky, Gramsci, Che Guevara,
    ammazzati da quel comunismo che comunismo non era.
    Ora, sarebbe troppo pretendere che qualche mascalzone o
    ebete rivedesse la storia di questi compagni, ma come si sa
    una goccia dopo l’altra crea l’oceano, ed io nel mio
    piccolo voglio essere una microscopica goccia.
    I Compagni del PCL non sono al corrente di quello che faccio,
    intendo….commenti e coppia incolla nel tuo Blog o in quello
    di Grillo, è una azione tutta mia, autonoma. Ma non sarebbe male, che un personaggio come te si documentasse in
    merito. Iniziative come quelle che ho riportato sono all’
    ordine del giorno in tutta Italia da Nord a Sud.
    Ciao Paolo, ciao Pino e…..HASTA SIEMPRE

Lascia un commento