PESTE CRETINO-MEDIATICA….

 

 

PESTE   CRETINO-MEDIATICA….

 

 

Ebola , la peste suina o l’influenza dei polli e le altre pandemie, che hanno occupato spazi enormi nei nostri tg, sono nulla vicino a questo virus per il quale sembra non esistere vaccino. Questa pericolosa malattia che purtroppo colpisce milioni di persone in Italia, e non solo, in questi giorni conosce il suo picco massimo trovando un gigantesco ceppo di diffusione nel luogo grande fratellifero. Le cellule determinano questa grave malattia non hanno necessità di entrare in contatto diretto con la futura vittima ,il contaggio può avvenire guardando lo schermo luminoso ,denominato, tv che abbiamo in casa..l’antidoto più efficace è spegnere questo schermo e sostituirlo con un libro e con qualche dose di rete internet …

Cerco di essere ironico perché parlare seriamente e senza cadere nell’insulto  di queste trasmissioni tanto idiote quanto pericolose è veramente impresa ardua…

Può venirti solo rabbia a vedere come interi settori di popolazione possano perdere il loro tempo con queste idiozie, ma non si fermano qua ne fanno anche argomento di discussione…..tanto da fare apparire le trasmissioni sul calcio dei convegni di “filosofia ad osservatori distratti può apparire come una delle tante banali trasmissioni di intrattenimento ,invece è ciò di più pericoloso che la non-cultura berlusconiana poteva mettere in atto…delle persone insignificanti hanno la possibilità di potere arricchirsi non con la fatica del lavoro o dello studio…con il nulla elevato a valore…infatti questi programmi vanno ad influenzare i comportamenti giovanili e delle persone meno strutturate dal punto di vista culturale e intellettuale.Ideatori ,conduttori e tutto il caravan serraglio che concorre all’attuazione di questo format televisvo è complice di un sistema sociale che vuole la gente instupidita e rincoglionita…li vuole non dei cittadini ma dei consumatori che hanno diritti e sono considerati solo in base alla loro capacita di spesa.

CHE FACCIAMO STIAMO ZITTI O GLIELO DICIAMO IN FACCIA;

CHE SONO DEI DEFICIENTI….

 

 

PESTE CRETINO-MEDIATICA….ultima modifica: 2009-10-27T17:21:52+01:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “PESTE CRETINO-MEDIATICA….

  1. Per mia fortuna non sono riuscito a resistere più di 5 minuti a queste trasmissioni (sia le grandi sorelle che le isole dei falliti o similiari), però anche a me prende lo sconforto quando sento che l’audience è alle stelle. E sono daccordo con Paolo Papillo:
    Tanti rincogloniti presenti e tanti futuri derivano da queste e da altre trasmissioni. Io ora guardo solo telefilm e documentari in tv, (documentari seri non certo spazzature come voyager tanto per capirsi) e, naturalmente, Anno zero imperdibile.
    I grandi fratelli sono delle trasmissioni che insultano l’intelligenza e chi ha intelligenza non le può guardare (non perchè è vietato ma perchè è impossibile per lui guardarle).

  2. Hai perfettamente ragione, questa trasmissione la mandano in prima serata il lunedi’ perchè sanno che la maggior parte della gente quel giorno è a casa e guarda la televisione. Pultroppo c’è una grande partecipazione del pubblico a casa. Io non guardo più la tele da un bel pezzo e ti dirò meno cavolate nel cervello aiutano a crescere e a pensare a cose più serie e costruttive per il futuro. Grazie per quello che fai SPEGNI LA TV E ACCENDI UN LIBRO ( O NAVIGA IN INTERNET). Ciao

  3. Sei giorni, sei palazzi di giustizia. Per una settimana “L’espresso” si è infiltrato dentro il tribunale penale, la Cassazione, il Tar, il Consiglio di Stato, il tribunale civile e il giudice di pace. Dove un perfetto estraneo può “bucare” non solo gli archivi, ma le cancellerie con le carte di processi in corso, i cassetti dei pm e gli uffici dei dirigenti. Dove chiunque può spadroneggiare tra corridoi e stanze private, tra sottoscala e armadi con lucchetti rigorosamente aperti. Scoprendo che la giustizia è peggio di un formaggio groviera, un sistema insicuro dove stanze che dovrebbero essere supervigilate sono peggio di un self service all’ora di punta. Già. Nella capitale si può rubare e saccheggiare, distruggere verbali di udienza, fare sparire notifiche e bloccare così qualsiasi provvedimento. Piccole diatribe o cause miliardarie, è uguale: prendendo le carte giuste si possono mandare all’aria anni di lavoro di magistrati, e vanificare le indagini della polizia giudiziaria.

    Non ci credete? Eppure si può entrare nelle camere di consiglio dei magistrati a meno di un’ora dalla seduta, trovando sulla tavola i faldoni in disordine e pezzi di pizza ancora caldi. Per infilarsi in una borsa verbali di udienza ci vogliono 30 secondi, nessuno si accorge di nulla. Un normale cittadino può penetrare nella cancelleria e nell’archivio della corte d’appello e rovistare tra i fascicoli dei giudici, mentre segretarie gentili passano salutando. “Buongiorno”. “Buongiorno a lei”. Nessuno ferma gli sconosciuti, nessuno chiede niente. “Se in sede civile scompare un verbale d’udienza”, spiega un magistrato, “il procedimento deve ripartire da zero, se porti via una notifica e il processo è vicino la prescrizione, c’è il rischio che i tempi per ricostruire il fascicolo siano troppo stretti. Il lavoro di anni può andare bruciato. C’è persino la possibilità che sicuri colpevoli la facciano franca”. Nulla è cambiato dai tempi della causa Imi-Sir, quando la scomparsa di una semplice procura stava per far saltare un ricorso da mille miliardi di lire: i processi sono ancora di “carta”, l’informatizzazione resta un miraggio. Per non parlare del rispetto della privacy: nei tribunali si può fotografare e filmare atti coperti da segreto istruttorio, leggere carte che raccontano le gesta di assassini e stupratori, annotare ogni dettaglio di cause da decine di milioni di euro o i fatti intimi di cittadini qualunque.

  4. Rai Fiction 2010: Del Noce smentisce, L’espresso risponde
    La direzione Rai Fiction sostiene che L’espresso si basa su “gossip e indiscrezioni”. Ecco il documento originale presentato nell’articolo GUARDA IL DOCUMENTO ORIGINALE DELLA BOZZA DEL PIANO DI PRODUZIONE RAI FICTION 2010

    LA DICHIARAZIONE ALL’ANSA
    “L’articolo dell’Espresso a firma di Riccardo Bocca illustra un presunto piano di produzione fiction 2010 che non si basa su dati di fatto, ma su gossip e indiscrezioni lontane dalla realtà”. A precisarlo in una nota è la direzione di Rai Fiction. “Il piano di produzione 2010 che verrà inoltrato da Rai Fiction all’approvazione del vertice aziendale – conclude la nota – sarà sicuramente diverso da quello pubblicato dal settimanale”.

    LA RISPOSTA DE L’ESPRESSO
    L’articolo di Riccardo Bocca titolato “La Fiction delle libertà” non si basa su «gossip e indiscrezioni», come sostenuto in un comunicato diffuso dalla direzione di Rai Fiction. È invece la fedele riproduzione, a partire dal titolo (“Rai Fiction: bozza globale del piano di produzione 2010”) di un documento interno della televisione di Stato nel quale si elencano appalti e relativi finanziamenti. Eccolo riprodotto, in modo che i nostri lettori possano verificare l’esattezza del testo con cui viene presentato sul nostro sito e sul giornale in edicola.
    (29 ottobre 2009)

  5. questi sono i programmi che servono per far parlare di niente il niente assoluto e distrattativo, mentre le reti mediaset rinbecilliscono le persone e annientano le notizie vere e la cultura. le tasse aumenta di continuo ,ma solo a pensionati senza difesa ne possibilità di contestare .passiamo a i fatti una pensione 1077.euro viene tassata di 215 euro di 51,15 euro come a debito a conguaglio che altro non è il contributo ex ompi?e non si capisce di cosa se si tratta di pensione , le trattemute irpef da 109,75 sono passate a 138,17 ,più ci sono altre trattenute addizionali irpef anno 2008 in due voci per 11,09 e 9,94 per totale 21,03 euro più addizioneli irpef 3,61 più contr. asociativo? 4,68 più arrotond. precedente? 0,64 più arrotond. pagamento? 0,80 . totale trattenuta a novembre 215,euro . e questo sarebbe il famoso detto noi non mettiamo le mani in tasca agli italiani , evedentemente i pensionati non sono italiani ,eppure hanno lavorato 40 anni e versato contributi salatissimi ; da 1077,92 lordo passa a euro 862 netto , se questo è il modo di giustizia sociale ! come fanno le famiglie a mangiare ‘pagando anche affitto e bollette? si fa presente : nessuno dice che le pensioni di chi non ha figli a carico saranno ulteriormente tassate ,già come se un pensionato sia così giovane da avere figli a carico ,questi sono i soldi che lo stato trova per ammortizzatori sociali e fondi illimitati di qui parlava tremonti? la pensione non doveva essere libera da tasse? questo governo affama sempre i soliti , aumenta le tasse a i più deboli e le vuole abbassare a i più ricchi ,questa è una vergogna che viene taciuta da tutti spero che questo governo arraffatore dei soldi di pensionati, facca un passo indietro e tassi di più le pensioni milionarie o di decine e centinaia di migliaia di euro o risparmi di più su parlamentari che hanno due stipendi sia da ministro che da parlamentare ,e parlamentari che non sono mai in parlamento come barabareschi perchè sono impegnati nella loro profesione oppure 350.000 euro al giorno per mediaset ???(MULTA EUROPEA X CONFLITTO DI INTERESSE) DI CHI?? o in province inutili

  6. Segnalerei anche la trasmissione della moglie del piduista Costanzo…il trucco è dimostrare che il mondo è riducibile a vicende comprensibili perchè quotidiane…la guerra come lite di condominio, le corna come massima disgrazia possibile, il licenziamento o il precariato come fatti normali, aggiustabili con un pò di pelosa carità mediatica…questa gente non è innocua, conduce una battaglia ideologica potente contro il progresso intellettuale di tutti noi.

Lascia un commento