IPOCRISIA AL POTERE, oggi a lui domani a noi…

 

IPOCRISIA AL POTERE….

Oggi a lui domani a noi.

 

Prima hanno alimentato una paura irrazionale tra la gente adesso fanno finta di meravigliarsi del fatto che questa paura provoca tragedie come la morte di Stefano.

Si perché la morte di Stefano non è un evento naturale come un fulmine o un terremoto…è la conseguenza di un clima di “terrore” che questo governo ha volutamente instaurato, un clima che ha portato la gente a credere che il carcere e una repressione cieca e selvaggia gli garantisse una sicurezza, fittizia, eliminando paure indotte.

Come ho affermato più volte, nei miei interventi radio ,che ascoltate nel video, non riesco a rassegnarmi al fatto che la repressione è si attuata da chi comanda ma è anche stoltamente agognata da quegli strati sociali che poi saranno quelli che la repressione la subiranno…

Questo desiderio irrazionale da cosa è alimentato? A mio giudizio dal fatto che ci fanno credere che “il bastone” è la terapia giusta…basta prendere i dati che vogliono tra i più popolari i ministri Maroni e Brunetta, che dell’intransigenza, verso gli altri…, ne  fanno una costante nelle loro dichiarazioni e nelle loro azioni di governo, di tutto questo la maggior parte della gente sembra non accorgersene , salvo quando il bastone si abbatte sulle loro zucche vuote…

Nel caso di Stefano ancora non abbiamo notizie certe di come si siano svolti i fatti, ma una cosa è sicura è stato vittima di un sistema profondamente ingiusto,oltre alle violenze fisiche evidenti , è stato sottoposto a trattamenti inutilmente crudeli..che senso aveva negare ai suoi parenti l…’accesso al reparto ospedaliero ove era detenuto?per quale motivo non è stato posto agli arresti domiciliari visto che è stato arrestato per una quantità di droga che non fa di lui un pericoloso spacciatore?potrei continuare con altre domande per rafforzare la tesi che vuole sì che questa giustizia è forte con i deboli e debole con i potenti…un esempio per tutti;il Tribunale di Sorveglianza di Roma è sovraccarico di lavoro e chi ad esso si rivolge aspetta molto tempo per ottenere risposte , bene Cesare Previti appena arrestato presentava domanda di detenzione domiciliare a questo tribunale e in meno di una settimana se ne tornava a casa…

Morale; caro cittadino italiano pensa bene prima di invocare la forca …perché poi sei tu il primo che rischia di sperimentarla e non il potente

 

 

IPOCRISIA AL POTERE, oggi a lui domani a noi…ultima modifica: 2009-11-04T18:13:48+01:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “IPOCRISIA AL POTERE, oggi a lui domani a noi…

  1. MANIFESTAZIONE DEL 5 DICEMBRE A ROMA

    QUALCOSA SI MUOVE.
    Da alcune notizie, si sa per certo che, molte ass.di categorie,partiti della cosidetta
    sinistra estrema, associazioni libere, liberi cittadini, organizzazioni online,
    etc…..aderiranno a questa grande manifestazione antigovernativa.
    Ognuno, a quanto pare, in modo indipendente ma uniti in questa lotta.
    Nonostante appunto, le varie divergenze, si sta attuando il sistema di lotta,
    che a mio modesto parere ha dato sempre dei risultati importanti.
    Quindi ritengo assolutamente importante partecipare e sostenere questo movimento
    di lotta, che servirà senzaltro da esempio, a tutte le persone scettiche,
    e darà senza dubbio un segnale forte, di chiarezza,affinché, una volta per ….>>>>>>>>>>>>SEGUE SU>>>>>>>

    http://caneliberonline.blogspot.com/

    PS…chi lo ritiene opportuno, può lasciare la sua adesione
    sui commenti al post. Il Blog Caneliberonline, cercherà
    di mantenere aggiornate tutte le adesioni.

  2. La legge n. 49 del 2006 recante la modifica al Testo unico sugli stupefacenti contenente, in particolare, l’abolizione della distinzione tra droghe leggere e pesanti (cosiddetta legge Fini-Giovanardi) è stata portata in Parlamento dal premiato duo GIOVANARDI-FINI.

    Giovanardi l’abbiamo sentito oggi.

    Nel frattempo Fini incontrava alla Camera i genitori di Cucchi e rilasciava la seguente dichiarazione: “ll Presidente, nell’esprimere solidarietà e vicinanza ai familiari, ha auspicato che sulla vicenda, sulla quale non può cadere il silenzio, possa essere fatta al più presto piena luce, con l’accertamento di EVENTUALI responsabilità”. (fonte http://nuovo.camera.it/82).

    L’uso di “eventuali” sta a significare che prende in considerazione la possibilità che Cucchi si sia massacrato da solo…

Lascia un commento