IL GATTO E LA VOLPE…

IL GATTO E LA VOLPE….

Questo è il duo Berlusconi-Fini…basterà leggere le dichiarazioni e le intenzioni del presidente della camera per capire che alle sue dichiarazioni non segue mai nulla di concreto…

Ma l’assurdo è che molti soggetti della cosi detta opposizione credono, più probabilmente fanno finta di crederci, che Fini possa porre un argine all’arroganza berlusconiana, tra gli estimatori di Gianfranco non mancano gli ipocriti di Repubblica, fate una piccola ricerca in rete e vedrete l’incoerenza del  “delfino” , meglio forse dire trota, di Almirante.

Di seguito qualche esempio di quanto affermo

di Mario Stanganelli

ROMA (15 novembre) – Pier Ferdinando Casini ha giudicato «una mostruosità giuridica profondamente anticostituzionale» il testo del Pdl sul processo breve, indicando a maggioranza e opposizione una “terza via” per risolvere l’annoso conflitto tra magistrati e premier e cioè l’approvazione del lodo Alfano per l’immunità delle alte cariche dello Stato con legge costituzionale. 
Sulla linea del leader dell’Udc si registra l’accordo degli esponenti del Pdl più vicini al presidente della Camera Fini e anche il presidente del Senato apre all’ipotesi che le forze politiche valutino l’opportunità di sposare la proposta di Casini……

(fonte “il messaggero”)

 

Ancora Casini…

«Noi capiamo le ragioni della maggioranza – sottolinea il leader centrista – e riteniamo che una soluzione al loro problema vada trovata. Ed è per questo che ci siamo astenuti sul lodo Alfano. Ma ora un’opposizione responsabile è di fronte a un bivio: o si strepita e si fa approvare la porcheria; o si vota il lodo Alfano per via costituzionale»

Per noi – conclude Casini – questo provvedimento per accorciare i processi è assolutamente invotabile. Se sbraita Di Pietro è un conto. Ma se diciamo noi che questo testo scasserà l’ordinamento giudiziario italiano, potete crederci. Meglio allora l’immunità parlamentare».

(fonte Corriere.it del 13/11/09)

E poi abbiamo Bersani;

ROMA – Quello del Pd è un doppio «no». Al processo breve e all’ipotesi di un lodo Alfano bis. Pierluigi Bersani dichiara che il suo partito è disponibile a parlare di riforma della giustizia. Il problema, afferma, è che «stiamo sempre sui problemi suoi (e cioè di Berlusconi, ndr), e mai sui nostri, cioè sui problemi degli italiani». «Questo non è accettabile», sottolinea il segretario del Pd. Per questo, aggiunge, «invitiamo la maggioranza a ritirare il ddl» sul processo breve». Secondo Bersani, si tratta di una riforma «impotabile». Il Partito democratico è disponibile «a discutere e a confrontarsi, purché il terreno sia sgombro da queste incombenze semestrali» e non si tratti di riforme «che piacciano» unicamente «al premier».

(fonte corriere.it del 16/11/09)

Ancora  Bersani;

su manifestazione del 5 dicembre

«Noi facciamo le nostre manifestazioni e lezioni di antiberlusconismo non le prendiamo da nessuno»

(fonte Corriere.it del 17/11/09)

 

 

 

IL GATTO E LA VOLPE…ultima modifica: 2009-11-18T09:12:00+01:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “IL GATTO E LA VOLPE…

Lascia un commento