SCHIAVI….NON LAVORATORI

 

Non bastavano gli attacchi alla Costituzione, da parte di questo governo, che, forte del successo elettorale se ne inventa praticamente una al giorno.
No. Ovviamente bisogna prendersela anche con lo STATUTO DEI LAVORATORI, oramai vecchio, dato che a maggio compirà 40 anni. Per dargli una degna celebrazione, il ministro del Lavoro Sacconi, annuncia che lo riformerà. E siccome oramai sappiamo- ahimè – tutti assai bene quale è il concetto di “riforma” che questi hanno in testa (vedi quella che hanno chiamato “riforma della scuola”), possiamo anche immaginare quale sarà il risultato: la totale cancellazione delle conquiste di oltre 50 anni di lotte da parte dei lavoratori.
L’annuncio è stato fatto dal ministro alla platea degli industriali, che si riunisce in questi giorni a Parma: niente più “lacci e lacciuoli” che imbrigliano l’economia e soprattutto i profitti…come se quelli da salvaguardare fossero gli imprenditori e non i lavoratori che guadagnano 1000 € al mese…In pratica la conferma dell’INTRODUZIONE DEL SISTEMA DELL’ARBITRATO NELLE CONTROVERSIE DI LAVORO che il buon Napolitano, dopo aver mostrato di aver tanto a cuore la sorte dei lavoratori (ma solo mostrato si intende…) firmerà finalmente, allorché avranno spostato un paio di virgole. Il tutto accompagnato da una “riforma” del DIRITTO DI SCIOPERO volta a diminuire la conflittualità tra impresa e lavoro (cosa che presumibilmente si otterrà limitandolo), una “riforma” della formazione, oltre che –dulcis in fundo- una “riforma” della contrattazione collettiva, nella quale la CONTRATTAZIONE DECENTRATA ED INDIVIDUALE SOSTITUIRA’ IN GRAN PARTE I CONTRATTI COLLETTIVI NAZIONALI, che fino ad ora hanno avuto il compito di salvaguardare i diritti dei lavoratori.
Il tutto, secondo il ministro, naturalmente andrà a vantaggio degli stessi lavoratori ( e come no!), dato che la flessibilità garantirà l’occupazione, con il risultato- auspicato dallo stesso Sacconi- che i giovani si convinceranno ad accettare lavori umili (aggiungerei io, anche sottopagati), anziché fare come coloro che negli anni ’70, si sono “infrattati” –a detta dello stesso ministro- “nei mestieri dell’educazione, dell’editoria e della magistratura”, ma non per accedere a una professione prestigiosa, no…solo per “non lavorare”…Forse si è dimenticato Sacconi di citare anche quelli che si sono infrattati nella politica!
Resta il fatto che, se da una parte questo governo fascista, forte del risultato elettorale, sta facendo quello che aspirava da tempo a fare, coloro che stanno dall’altra parte della barricata, cioè i sindacati, fin ora non stanno certo mostrando i denti, anzi…Ieri, di fronte agli stessi industriali, Bonanni, segretario della Cisl, sì è vantato di aver favorito, assieme alla UIL la flessibilità del lavoro ed ha criticato duramente quella parte del sindacato che ancora si ostina a porre veti, assumendo, a suo dire, un comportamento anacronistico. E per questo discorso “coraggioso” (certo ci vuole un bel coraggio per un sindacalista a vendersi in codesto modo!) sì è meritato una standing ovation dalla platea degli oltre 6000 imprenditori riuniti a Parma.

Di fronte ad un sindacato che ha oramai da tempo abbandonato la lotta, per dedicarsi ormai esclusivamente alla concertazione e schierandosi sempre più spesso a sostegno delle posizioni degli industriali, piuttosto che a difesa dei diritti dei lavoratori; di fronte ad istituzioni ministeriali che, anziché occuparsi del benessere della collettività e della tutela del lavoro, si preoccupano invece del benessere di pochi e fanno di tutto per consentire alle imprese di scaricare i costi e le difficoltà della crisi e della concorrenza internazionale sulle spalle dei lavoratori, ci chiediamo: CHI RIMARRA’ ANCORA A DIFENDERE GLI INTERESSI DEI LAVORATORI?

Anzi, dopo l’introduzione del PRECARIATO E DOPO anche QUESTA “RIFORMA”DEL LAVORO, siamo sicuri che potremo definirci ancora come LAVORATORI NON, più semplicemente, COME DEGLI SCHIAVI?

 

SILVIA NULLI  ( http://www.facebook.com/group.php?gid=151102388454&ref=ts )

SCHIAVI….NON LAVORATORIultima modifica: 2010-04-11T19:42:00+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “SCHIAVI….NON LAVORATORI

  1. QUESTI SINDACALISTI NON SE NE FOTTONO UN CAZZO DEI LAVORATORI,VORREI TANTO SAPERE LO STIPENDIO CHE PERCEPISCONO,NON E’ CHE POI COSI’ DIFFICILE IMMAGINARLO,IO PENSO ALMENO 20 VOLTE IL MIO CHE E’ DI MILLE EURO AL MESE.BISOGNA MANDARE A CASA QUESTI PARASSITI E SANGUISUGA.

Lascia un commento