BERLUSCONI INDAGATO PER STRAGE MAFIOSA: SIAMO AGLI ATTI FINALI DI QS. GOVERNO E PURTROPPO NON SI TRATTA DI COMICHE…

via-damelio.jpgForse i finiani sapevano…sapevano che sarebbe presto emerso il nome del presidente del consiglio e capo del PDL tra gli indagati dei mandanti morali delle stragi di mafia…ecco spiegato le motivazioni della rottura interna al PDL: la barca affonda e ci si affretta a lasciare la nave…

Qualche mese fa la notizia che Berlusconi e Dell’Utri risultavano implicati nelle indagini della procura di Firenze sulle stragi del ’93 e del ’94 (10 morti, 106 feriti, nel 1993 tra Firenze, Roma, Milano) era stata poi smentita [1]. 
Si trattava della prosecuzione di una precedente indagine, poi archiviata nel novembre 2008 e riaperta grazie alle dichiarazioni del pentito Spatuzza. In essa si parlava di mandanti morali delle stragi, due soggetti citati come “Autore 1” e “Autore 2”: tuttavia, l’inchiesta, in assenza di un quadro probatorio attendibile, non poté proseguire. Fino alle dichiarazioni rilasciate nel 2009 da Gaspare Spatuzza, braccio destro dei fratelli Graviano, i boss che parteciparono all’esecuzione della strage di via d’Amelio. Spatuzza dice chiaramente chi sono i referenti politici della mafia e cita Berlusconi e Dell’Utri. Ecco l’anello mancante.

Oggi, dunque, l’Unità riporta in un articolo la notizia che sarebbe iscritta nel registro degli indagati un’altissima personalità di governo. L’articolo è ripreso dal Fatto Quotidiano, che non usa però il condizionale ed afferma che nel fascicolo 11531 del 2009 i nomi “Autore1” ed “Autore2”, si riferirebbero proprio al Premier e a Dell’Utri [2].
Il Corriere della Sera, dal canto suo, spiega come di fatto la procura di Firenze abbia ottenuto una proroga di 6 mesi nell’inchiesta, al fine di effettuare nuovi accertamenti e nell’attesa delle motivazioni della sentenza che ha condannato Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa [3]. E dice chiaramente che i soprannomi “Autore1” ed “Autore2” vengono ripresi dall’inchiesta della procura di Firenze, che dopo un anno di indagini, ha ora ottenuto la proroga.
Trattandosi di un’indagine penale su reati di mafia, gli atti sono segreti, pertanto il procuratore Quattrocchi smentisce la proroga.
Tuttavia, la notizia è uscita poco fa anche sull’Espresso [4], il quale specifica come di fatto la proroga abbia comportato per i PM l’iscrizione a “modello 21 dei nomi degli indagati…inoltre anche gli inquirenti di Catalnisetta sembra stiano trovando punti in comune con l’indagine di Firenze. Si attende che uno dei fratelli Graviano, che ha mostrato una qualche disponibilità a collaborare, inizi a parlare, assieme all’esito dell’analisi dei tabulati telefonici dei cellulari dei Graviano, che spiegheranno i loro movimenti nel periodo oggetto d’indagine.

E’ l’inizio della fine di Berlusconi o del Berlusconismo…oppure l’inizio del colpo di stato.
Sì perché Berlusconi è disposto a tutto, e il fatto di essere indagato nelle nelle stragi di mafia non può che confermare la plausibilità di una tale ipotesi…magari grazie ad un clamoroso auto-attentato…

Staremo a vedere. Intanto possiamo essere sicuri che questo nuovo fronte di indagini sarà un vero e proprio ciclone giudiziario..altro che escort e orge a palazzo Grazioli e villa Certosa, altro che P3, altro che Mondadori…sa là la degna conclusione dell’ascesa di un imprenditore senza scrupoli, che ha fatto ben peggio che imbrogliare gli italiani scendendo in politica per fare gli affari propri e che finalmente verrà smascherato per quello che è: un delinquente figlio di puttana.

SILVIA NULLI

[1]http://www.unita.it/news/italia/91246/i_mandanti_politici_delle_stragi_del_ecco_lindagine_che_agita_berlusconi

[2]http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/08/03/inchiesta-sulle-bombe-del-93-berlusconi-e-dellutri-indagati-per-strage/47165/

[3]http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2010/3-agosto-2010/strage-georgofili-continua-caccia-mandanti-1703511573179.shtml

[4] http://espresso.repubblica.it/dettaglio/firenze-indaga-sul-premier/2131843

[4] http://espresso.repubblica.it/dettaglio/firenze-indaga-sul-premier/2131843

BERLUSCONI INDAGATO PER STRAGE MAFIOSA: SIAMO AGLI ATTI FINALI DI QS. GOVERNO E PURTROPPO NON SI TRATTA DI COMICHE…ultima modifica: 2010-08-07T12:10:31+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

25 pensieri su “BERLUSCONI INDAGATO PER STRAGE MAFIOSA: SIAMO AGLI ATTI FINALI DI QS. GOVERNO E PURTROPPO NON SI TRATTA DI COMICHE…

  1. Aspetto , seduto sulla riva del fiume , da 16 anni !!!! . Mi stavo alzando , distrutto ,sfinito , sconfitto ….quando ho intravisto qualcosa , galleggiare all’orizzonte , un doppio petto di Caraceni !!!! Forse è l’Istrione …..

  2. E’ evidente per sconfiggere Berlusconi ora si tira in campo la mafia, ma se non c’è mai stato un governo che ha fatto leggi così severe contro di essa! I risultati si vedono! Che poi ci siano giudici comunisti che per eleminare Berlusconi si inventino che sia stato un mandante di stragi, non fa effetto sull’opinione pubblica, dato che si sa che sono tutte balle! Quanto ai pentiti si sa che devono accusare qualcuno per avere la protezione dello stato e se uno poi accusa Berlusconi i giudici lo riempiono di tenerezze e servigi! Questa è la giustizia italiana! L’articolista e solo un comunista!

  3. Speriamo che sia così …. perchè questo Sultanato ci ha stancato e mentre tutta l’Europa sta facendo passi grandi dopo la crisi, il nostro paese per colpa sua continua a cadere nella disperazione più totale. Ma ricordati che il berlusca ha tante carte dalla sua parte , che fanno tutto per lui , basta che lui chiede e loro sono li che lo accontentano… basta vedere i suoi leccaculo come Alfano, La Russa, Bondi ( zerbino), Carfagna , e quel Fede che sembra il pagliaccio del fascio, un cantastorie del re. Speriamo che lo chiudano in un buco e buttino via la chiave, ma in Italia tutto questo è solo un utopia, dice una grande bastardo che ha ucciso tanta gente ( Provenzano) ” la legge la fanno quelli che portano la cappello, per fottere quelli che portano le coppole”… e con questo ho detto tutto…. Speriamo che la giustiza questa volta non venga frenata dai retroscena dello Stato. GZ83

  4. continuate a credere alla stronzata che questo è il governo che più di tutti ha fatto contro la mafia?tutte le leggi da quella del riciclaggio(legge LATORRE/ROGNONI) 41 bis voluta da Falcone e Borsellino,inasprimento delle pene etc etc, non portano la firma di questo governo. Portano invece la firma di questo governo quelle leggi vergognose che hanno cancellato i reati per il suo capo e i suoi amici.Chi combatte la mafia sono quelle migliaia di appartenenti alle forze dell’ordine che continuano a morire per il loro impegno.I Falcone, Borsellino, Latorre,Chinnici e moltissimi altri sono morti per il loro impegno quindi almeno per questo cercate e cerchiamo di onorarli attribuendogli i loro meriti.Questi cialtroni che formano il governo possono mentire agli italiani, ma, sanno benissimo in cuor loro quanta lordura c’è.

  5. Se chi parla sempre di comunisti di qua comunisti di là, sapesse cosa significa essere comunista, probabilmente si zittirebbe.
    Essere comunista significa stare solo quando stanno bene tutti gli altri.
    E’ un modo di vivere un modo di porsi in comunità.
    La nostra sinistra in realtà, lo è poco comunista.
    Perchè anch’essi pensao quasi esclusivamente al porprio tornaconto.
    Forse, in realtà un vero e proprio comunista non cè nemmeno oggi.

    Paolo, tanti complimenti per quelloc eh dici e per la forze con cui lo dici

    fabrizio

  6. non c’è peggior sordo chi non vuol sentire.
    quando la fede nel capo è un dictat traducendo nella massa sappiamo che si chiama dittatura, ma tutte le parole che sono state utilizzate per definire gli eventi storici passati qui non trovano riscontro. il potere subdolo del messaggio pubblicitario travolge i contenuti e qui davvero tutto sembra vecchio, le parole non sono adeguate, ma i sentimenti sono quelli di sempre.
    che ci fosse l’ipotesi di un colpo di stato in italia sono anni che si sa, ma è difficile da credere che debba succedere proprio a noi e chi prova a denunciarlo passa per calunniatore.

    quando le persone cieche e sorde riusciranno a renderse conto sarà probabilmente passato molto tempo, non si tratta di essere comunisti come molti hanno già capito, si tratta di essere persone civili, con senso critico e con ancora dei sentimenti politici attivi.

    c’è ancora chi crede che i lagher non siano mai esistiti…forse sono folli o forse hanno tratto da questa convinzione vantaggi così scandalosi che la vergogna non gli consente di darsi altre spiegazioni.

    l’ufficiale che affondo distrattamente il titanic ha sempre negato tutte le evidenti prove contro di lui, sono eventi troppo grossi perchè un piccolo uomo li possa sopportare…
    alla fine è quello che fanno i bambini con l’innocenza di essere colpevoli: NEGANO L’EVIDENZA

    peccato che questo attegiamento colpisca invece gli adulti più spregevoli…

  7. non c’è peggior sordo chi non vuol sentire.
    quando la fede nel capo è un dictat traducendo nella massa sappiamo che si chiama dittatura, ma tutte le parole che sono state utilizzate per definire gli eventi storici passati qui non trovano riscontro. il potere subdolo del messaggio pubblicitario travolge i contenuti e qui davvero tutto sembra vecchio, le parole non sono adeguate, ma i sentimenti sono quelli di sempre.
    che ci fosse l’ipotesi di un colpo di stato in italia sono anni che si sa, ma è difficile da credere che debba succedere proprio a noi e chi prova a denunciarlo passa per calunniatore.

    quando le persone cieche e sorde riusciranno a renderse conto sarà probabilmente passato molto tempo, non si tratta di essere comunisti come molti hanno già capito, si tratta di essere persone civili, con senso critico e con ancora dei sentimenti politici attivi.

    c’è ancora chi crede che i lagher non siano mai esistiti…forse sono folli o forse hanno tratto da questa convinzione vantaggi così scandalosi che la vergogna non gli consente di darsi altre spiegazioni.

    l’ufficiale che affondo distrattamente il titanic ha sempre negato tutte le evidenti prove contro di lui, sono eventi troppo grossi perchè un piccolo uomo li possa sopportare…
    alla fine è quello che fanno i bambini con l’innocenza di essere colpevoli: NEGANO L’EVIDENZA

    peccato che questo attegiamento colpisca invece gli adulti più spregevoli…

  8. Io penso che chi ha ancora il coraggio di difendere lo psiconano….è perchè non ha ancora capito nulla…..Queste”persone”….sono contro il nostro Paese…. 🙁 Forse ste persone…. 🙁 vivono grazie al leccaggio del loro capo e non gli interessa altro… Non voglio più morire, come una volta, perchè non avevo un lavoro e nessuno che mi amasse. Oggi non voglio più morire, per vedere il nano in manette. Voglio vederlo entrare in carcere. Voglio sentire una legge che gli impedisca di uscire di galera. E anche perchè un giorno avrò un lavoro ed un uomo che mi amerà.

  9. Questa è l’ennesima notizia che parla delle merdate (anche se capisco che è molto riduttivo malgrado la brutta parola) del nano. Non mi intendo molto di politica ma cazzo accendo la tv e al tg 4 (c’è bisogno di dirlo di chi è???) non fanno che lodare berlusconi, prendendoci per il culo visto che trilioni di altre fonti dicono il contrario, e anche tutto il resto del mondo. Possibile che dopo tutte queste merdate della d’addario, orge in ville, mafia e non so cos’altro, a quei fanatici del grande nano non gli venga in mente la piccolissima ipotesi CHE SIA VERAMENTE COSI??? Oppure siamo tutti dei rincoglioniti di fronte ALLA VERITA’???

  10. Vorrei ricordarvi che in casa Berlusconi ha vissuto per un ventennio un mafioso di nome Mangano, che il senatore Dell’Utri negli anni 80 incontrava i Coppola (mafiosi di primo piano della provincia di Palermo), in un caseggiato in territorio tra Terrasini e Giardinello denominato “a cuntissa”, e non credo si incontrassero per discutere sulle sorti del Palermo-calcio, e che Mangano e’ entrato in casa Berlusconi tramite Dell’Utri al fine di tutelare la sicurezza dei figli i Berlusca, “la mafia siciliana tutela i figli di berlusca dalla a ndrangheta calabrese” strano, e a che titolo?
    Inoltre, vorrei ricordarvi di un avvocato, oggi presidente del senato della repubblica, che tra a cavallo tra gli anni 70 e 80, mentre professionalmente era intento a tutelare il patrimonio illecito di Giovanni e Stefano Bontade (mafiosi di rango), un paio di volte al mese faceva un viaggetto a Milano con una valigia piena di soldi liquidi e li consegnava a un certo signor Dell’Utri, il quale li consegnava a un certo imprenditore edile di nome Silvio Berlusconi che stava realizzando Milano 2. I soldi erano di proprietà dei boss Bontade, di Vito Ciancimino etc, Berlusconi li riciclava, li lavava, li ripuliva. Ma quell’avvocaticchio venduto alla mafia chi lo ha messo a presiedere il senato? Ops, Berlusca, vi sembra strano? A me non sembra così strano, anzi sembra molto logico e chiaro. Ma di chi stiamo parlando, parliamo solo di pezzi di merda che ci hanno venduti per carne da macello.
    Gradirei un confronto,
    Giovanni

Lascia un commento