NON PUO’ PAGARE L’AFFITTO E SI PUGNALA A MORTE…

suicidi, crisi, governo 

Questo paese NON  ha più speranza !

Questa donna non riusciva più a pagare l’affitto ed è stata lasciata sola nella sua disperazione, dove erano i servizi sociali del suo comune di residenza? probabilmente nelle casse di quei comuni non c’è più 1 € ma questo ovviamente le 20 righe in cronaca non lo dicono fate la prova e vedrete che è così e parlo per esperienza diretta, non interessa ai media non interessa alla politica marcia non interessa alla classe dirigente e , purtroppo, tra poco saremo anche assuefatti da queste tragedie…

Mi viene una rabbia una disperazione da impotenza…

I titoli dei giornali ci FRANTUMANO I COGLIONI con le formule ricette e ricettuncole che la casta sta mettendo in atto per pararsi il culo per sopravvivere continuando a fotterci.

LICENZIETOR FORNERO parla di licenziamento senza giusta causa  anche per gli statali, il tutto per una questione di equità di giustizia ,visto che nel privato è dà un po’ che ti danno un calcio nel culo dall’oggi al domani sei in mezzo da una strada..

Come se si dà una sberla ingiustamente ad uno e per par condicio la si rifila ad un altro con la motivazione di equità…il bello che ieri alcuni stolti in rete dicevano ceh era giusto perché così si licenziano i fannulloni, Brunetta docet, mentre basta ragionare e ci si arriva a capire che lo sfoltimento del personale serve a fare cassa e se poi il welfare i servizi scompaiono chi CAZZOSENEFREGA i ricchi la casta se li pagano e gli altri che crepino…come la poveraccia di Ostia che si è uccisa in maniera atroce ecco le poche righe che repubblica.it gli dedica

“Voglio vedere Roma e morire davanti al mio amato mare”, ha lasciato scritto in una lunga lettera L. F., donna di 36 anni, prima di togliersi la vita con sette coltellate inferte allo sterno.  Si è uccisa cosi, su una spiaggia di Ostia, questa mattina alle sette. Il corpo, riverso a terra, è stato notato da un passante mentre portava il cane a spasso. 

Parrucchiera e residente a Parma, la sua scomparsa era stata denunciata dalla madre lo scorso 21 maggio. Del caso si stanno occupando i carabinieri di Ostia e nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia ma il motivo del gesto è probabilmente legato a motivi economici, da mesi non riusciva a pagare l’affitto del locale.

Mentre paginate per le stronzate di MONTI ,BERLUSCONI, BERSANI E CASTA MALEODORANTE.

Mi spiace ma se non se ne vanno dal potere questa gentaglia NON abbiamo davvero futuro, continuare a votare appoggiare questa classe dirigente o le nuove facce di merda da loro create per camuffarsi e continuare a comandare fa sì che ci meritiamo le umiliazioni che ogni giorno ci infliggono..

QUESTA DONNA 36 enne è stata UCCISA DALLA CASTA AL POTERE ….

Unica soluzione QUE SE VAYAN TODOS e iniziamo a pensare ; o noi o loro, chi deve intendere intenda .

NON PUO’ PAGARE L’AFFITTO E SI PUGNALA A MORTE…ultima modifica: 2012-05-25T14:01:20+02:00da paolopapillo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “NON PUO’ PAGARE L’AFFITTO E SI PUGNALA A MORTE…

  1. io prego in Dio tutti i giorni che mi faccia portare quel poco da sfamare alla mia famiglia.
    quando questo non succedera’ piu’, andro’ a cercare i colpevoli e se Dio A PIETA’ IO NON NE AVRO’ PER QUESTI DIAVOLI CHE CI AMMINISTRANO.
    RIBELLIAMOCI TUTTI INSIEME E MANDIAMOLI A CASA PERCHE’ NELLE LORO CASE NON MANCHERA’ MAI DA MANGIARE CON TUTTI I NOSTRI SOLDI CHE CI STANNO RUBANDO.

  2. La situazione sta crollando decisamente, e comprendo questa povera donna, io e il mio fidanzato siamo disoccupati, io fortunatamente ho una madre e un padre che mi aiutano con quel poco che hanno sommersi di debiti. Il mio ragazzo non ha genitori 7000 euro di debito d’affitto con rischio sfratto e i servizi sociali che fanno? NIENTE,si limitano a suggerire di trovare un dormitorio per passare la notte, niente case popolari, niente aiuti economici, perchè siamo giovani, non tossicodipendenti nè ex carcerati! Io capisco il dolore di tutti coloro che hanno difficoltà, io non ce la faccio più e ogni tanto è vero, passa per la mente il desiderio di farla finita, ma l’idea di darla vinta alla nostra casta di politici senza tirar fuori i coglioni mi da la forza di tirare avanti. Le ingiustizie sono tante sopratutto sentirsi dire ai colloqui che avere due lauree e un master è troppo per poter essere assunta.

    mandami una mail mi interessa questa storia
    Paolo

Lascia un commento